difesambiente: portale di informazione ambientale geosfera
:: LAGHI E FIUMI
:: AREE PROTETTE
:: BIOSFERA
:: GEOSFERA
 geologia
- la tettonica a placche
- i terremoti
- i vulcani
- le rocce
 acqua
- acque sotterranee
- sorgenti
- laghi e fiumi
- mari e oceani
- ghiacciai
 suolo
- agricoltura e allevamento
- deforestazione
- desertificazione
- inquinamento del suolo
 cicli biogeochimici
- ciclo dell'acqua
- ciclo del carbonio
- ciclo dell'ossigeno
- ciclo dell'azoto
- ciclo del fosforo
- ciclo dello zolfo
 risorse
 minerali
:: CLIMA
:: ENERGIA
:: UOMO E AMBIENTE

Laghi e Fiumi

Abruzzo » Lago di Penne

Foto

Veduta del Lago di Penne
vista dalla diga del lago di Penne
Lago di Penne

Lago di Penne

Mappa Lago di Penne» ambiente e attività
» pesca sportiva
» previsioni meteo

Il Lago di Penne è un bacino artificiale costruito nel 1965 dal Consorzio di Bonifica Vestina sbarrando il fiume Tavo con una diga a terrapieno alta 30 m.
Al massimo livello raggiunge quota 256,5 metri s.l.m. ed ha una profondità media di 10 metri e una superficie di 70 ettari.
L'acqua è utilizzata in estate per irrigare i terreni della Valle del Tavo e alla fine della stagione estiva si riduce a pochi ettari, per poi tornare alla massima estensione a primavera inoltrata dopo le abbondanti piogge.
Il continuo riempimento e svuotamento del bacino espone le sponde a instabilità con conseguenti fenomeni franosi nelle zone più ripide.

Sul fondo giacciono i piloni di un ponte medievale che era sulla vecchia strada per Montebello ed i ruderi di due mulini del XVII secolo.

Flora e Fauna

La Fauna è caratterizzata dalla presenza di numerose specie di uccelli: la Nitticora,che è anche il simbolo della riserva naturale, vi nidifica dal 1983. Sono presenti 41 specie di uccelli stanziali, 31 vi nidificano e 88 sono migratrici.

Attività ricreative

Presso il Centro Visite vi è una sala per proiezioni, conferenze ed incontri ed un piccolo Museo Naturalistico con due monitors per seguire la vita nella garzala, dove nidificano la Nitticora ed altri aironi, e nel recinto della lontra.

Si possono effettuare visite all'area floro-faunistica su percorsi lungo i quali vi sono osservatori per spiare gli animali nel loro ambiente naturale senza essere visti. Uno è nel laghetto della lontra ove questo mammifero in estinzione ha a disposizione 8.000 mq ed è studiato per favorirne la riproduzione. E possibile vederlo all'imbrunire. Vi sono anche stagni per le anatre selvatiche e gli anfibi ma anche per le piante acquatiche; aree sono riservate alle testuggini ed alla starna.

Vi troviamo anche un orto botanico ed un giardino didattico per le piante officinali. Nella Riserva sono state create tre aree da picnic: una sul Colle Formica, una presso la diga collegata al Sentiero della Vita ed una presso il ponte. Tre sono i locali di agriturismo dove si può e mangiare e dormire. Presso il Centro Visite è possibile acquistare oggetti dell'artigianato (ceramiche, magliette, nidi artificiali, ecc.), prodotti dal Laboratorio della Riserva; libri e riviste di cultura ambientale e naturalistica curati dalle Edizioni Cogecstre; e perfino prodotti dell'agricoltura biologica (miele vergine, salsa di pomodori, olio spremuto a freddo, farro, legumi, ecc.) che escono dalla Masseria dell'Oasi con il suo marchio. L'agricoltura biologica praticata a Collalto fa a meno della meccanizzazione moderna, dei concimi chimici e dei prodotti antiparassitari, reintroducendo l'avvicendamento delle colture e ripristinando antiche tradizioni.

Pesca

L'attività di pesca sportiva (e pesca No-Kill) è consentita in tre zone del Colle Formica.
Presso il Centro Visite vengono rilasciati permessi di pesca oltre a quelli per l'accesso all'area floro-faunistica.

Specie ittiche presenti: Cavedani, Persici Reali, Carassi e Lucci, oltre alle Carpe.
Nel 2001 il lago è stato svuotato e successivamente le varie specie sono state reimmesse.

Tra le specie presenti, le più insidiate sono senz’altro le carpe che, seppur di media taglia, sono molto combattive e molto numerose: si catturano un po' con tutte le tecniche anche se quella più redditizia in genere sembra l' inglese con pastura come esca.
Lucci e persici reali sono anch’essi frequenti: i lucci rispondono molto bene in primavera ed autunno.
Specie in estate o con acqua bassa è facile catturare con artificiali più piccoli i persici reali anche vicino le rive.
Presenti anche black bass da insidiare al mattino presto o con artificiali galleggianti quando passeggiano vicino le rive, i più grandi arrivano fino a 1,5 kg.

Tecniche di pesca più utilizzate:
Le Carpe abboccano comunque, magari dopo una breve pasturazione con sfarinati, non sono particolarmente esigenti e non occorrono particolari accortezze. Si catturano a passata, all'inglese, a fondo, a legering; esche il mais, i bigattini, i vermi di terra e letame, soprattutto il pasterello.
I Cavedani per contro sono meno numerosi, di buona taglia e sospettosissimi, veramente difficili da convincere all'abboccata, esca principe il bigattino e soprattutto esche alternative come il gatos.
Lucci e Persici Reali si catturano a spinning, i primi con esche ovviamente più voluminose, rotanti e minnow di buone dimensioni, richiedono comunque una certa costanza nella ricerca.

Permessi necessari: per l'esercizio della pesca nel bacino, oltre alla licenza di pesca, occorre farsi rilasciare apposito permesso, reperibile sia al Centro Visita della Riserva Naturale e negli esercizi nei pressi del Lago. Per ogni ulteriore informazione si può contattare la Cooperativa COGECSTRE che gestisce l'area faunistica tel. 085/8279489.
Regolamenti: Per approfondimenti sulle stagioni di pesca e il calendario ittico vedi il regolamento della Regione Abruzzo.

La accessibilità delle rive è limitata sia per la mancata presenza di una strada che contorni completamente il lago, sia perchè, nelle condizioni di acqua alta, piuttosto frequenti ad inizio stagione (maggio per le carpe, anche prima per le altre specie) le rive appaiono piuttosto impraticabili.

come raggiungere il lago di Penne:

Il Lago di Penne è raggiungibile percorrendo la SS81 fino all'abitato di Penne e da qui si diramano diverse vie che raggiungono il lago.

Previsioni meteo sul lago di Penne

area riservata
archivio news
archivio aggiornamenti
proponi un articolo
sostieni Difesambiente
iscriviti al Forum

IN EVIDENZA
Vai al FORUM


laghi e fiumi
aree protette
green IT
natura e poesia
HOME | DIFESAMBIENTE | MAPPA DEL SITO | ARCHIVIO | CONTATTACI |DISCLAIMER | CREDITS

© 2008 - DIFESAMBIENTE   -   progettazione: SOFTKEY