difesambiente: portale di informazione ambientale geosfera
:: LAGHI E FIUMI
:: AREE PROTETTE
:: BIOSFERA
:: GEOSFERA
 geologia
- la tettonica a placche
- i terremoti
- i vulcani
- le rocce
 acqua
- acque sotterranee
- sorgenti
- laghi e fiumi
- mari e oceani
- ghiacciai
 suolo
- agricoltura e allevamento
- deforestazione
- desertificazione
- inquinamento del suolo
 cicli biogeochimici
- ciclo dell'acqua
- ciclo del carbonio
- ciclo dell'ossigeno
- ciclo dell'azoto
- ciclo del fosforo
- ciclo dello zolfo
 risorse
 minerali
:: CLIMA
:: ENERGIA
:: UOMO E AMBIENTE

Laghi e Fiumi

Lazio » Lago del Turano

Foto

Veduta del lago del Turano
lago del Turano
Lago del Turano vista dall'alto
Lago del Turano
Nottorno sul Lago del Turano

Lago del Turano

mappa lago del Turano» ambiente e attività
» pesca sportiva
» previsioni meteo

Il Lago del Turano è un bacino artificiale creato nel 1939 con lo sbarramento dell'omonimo fiume mediante una diga alta 70 metri. Detto anche Lago di Posticciola, dal nome della località in cui sorge la diga che alimenta la centrale elettrica di Cotilia.

Si trova a 536 metri s.l.m., di forma molto allungata, come il suo gemello, il lago del Salto da cui è diviso dal M.te Navegna (1506 mt.). Ha un perimetro di 36 Km e una superficie di 5,6 Kmq ed è collegato al lago del Salto tramite una galleria lunga circa 9 Km. A differenza del lago del Salto, ha una penisola, nel punto di massima ampiezza, su cui sorgono le rovine del Castello del Drago di fronte all'abitato di Castel di Tora.

Uno spettacolare sperone roccioso si erge per più di cento metri da cui la vista sul lago è davvero scenografica.

Flora e Fauna

La vegetazione lacustre varia con la profondità e nei pressi delle rive con acque basse troviamo la cannuccia di palude e vegetazione galleggiante, habitat per diverse specie di uccelli e pesci come carpe e cavedani.

Sulle rive del lago e soprattutto nell'isoletta centrale trovano l'habitat ideale molti uccelli. Sono stati osservati e fotografati:

  • germano reale, la garzetta, la moretta tabaccata,
  • il beccaccino, il cavaliere d'Italia, il tarabusino,
  • le marzaiole, la sgarza ciuffetto, i tuffetti, la folaga,
  • l'airone rosso, l'airone cinerino,
  • il falco di palude,
  • il martin pescatore e molti altri.

Attività Ricreative

Il Lago, soprattutto nella stagione estiva è meta di numerosi turisti anche ai fini balneari. Tra gli sport acquatici vengono praticati sci nautico e canoa.

L'ambiente naturale offre diverse alternative per escursioni e gite nel comprensorio, mentre merita una visita Castel di Tora e i ruderi del Castello del Drago, ai piedi del quale sono visibili i resti dell'antico paese di Antuni.

Pesca sportiva

Ai fini della classificazione, le acque del bacino artificiale del Turano vengono annoverate tra quelle principali e per le caratteristiche fisico-chimiche e biologiche, è consentita la pesca.

Tra le specie ittiche sono presenti:

  • Cavedani, Carpe e Tinche,
  • Persici Trota e Reali, Alborelle e Scardole
  • Carassi, Savette e Anguille
  • Trote da ripopolamenti effettuati sul Fiume Turano.
  • Lucci di cui sono state effettuate immissioni di recente.

La stagione di pesca migliore è tra aprile ed ottobre per tutte le specie ad eccezione dei Cavedani per cui i migliori risultati si hanno nei mesi invernali. Spesso la domenica si svolgono numerose gare. A causa dell'alta frequentazione del lago, nel periodo estivo diventa quasi impossibilie pescare nelle ore centrali della giornata e i pesci sono piuttosto schivi.

  • TECNICHE: Vengono utilizzate un po’ tutte le tecniche di pesca con una certa preferenza per la canna fissa e l'inglese per i Cavedani, e per la pesca a spinning, quella con il vivo e quella striscio per Persici Trota e Reali. Abbastanza praticati anche il Carp Fishing e la classica pesca a fondo per le numerose anguille.
  • ESCHE: almeno durante la battuta di pesca è fondamentale una buona pasturazione; tra le esche utilizzate i bigattini, vermi di terra e letame, ma anche altre alternative possono dare buoni risultati.
  • ATTREZZATURE: ogni pescatore sportivo può utilizzare sino a tre canne purché disposte entro una distanza massima di dieci metri, oppure una bilancia con lato massimo di mt. 1.50 e rete con maglie non inferiori a 10 mm.

Permessi necessari: Licenza di pesca CAT B. Inoltre è previsto da Gennaio 2000 un apposito permesso rilasciato dall'Ufficio Pesca della Provincia di Rieti, valido anche per gli altri bacini.
Per la pesca notturna occorre individuare le aree in cui è consentita e richiedere i permessi giornalieri per le tende.
Regolamenti: Oltre alla licenza, la pesca è regolamentata dal decreto pesca della Provincia di Rieti

come raggiungere il lago del Turano:

Dall'autostrada A24 (Roma-L'Aquila-Teramo) prendere l'uscita Carsoli-Oricola e proseguire in direzione Carsoli, sulla SS5 e poi seguire la strada provinciale turanense SP34 fino a Castel Di Tora-Lago del Turano.

Previsioni meteo sul lago del Turano

area riservata
archivio news
archivio aggiornamenti
proponi un articolo
sostieni Difesambiente
iscriviti al Forum

IN EVIDENZA
Vai al FORUM


laghi e fiumi
aree protette
green IT
natura e poesia
HOME | DIFESAMBIENTE | MAPPA DEL SITO | ARCHIVIO | CONTATTACI |DISCLAIMER | CREDITS

© 2008 - DIFESAMBIENTE   -   progettazione: SOFTKEY